forsalLa crisi economica non ha toccato le ZES (zone economiche speciali) polacche, nelle quali il totale degli investimenti ha raggiunto quasi 100 miliardi di zloty nel 2014. E' quanto emerge dal recente rapporto stilato da KPMG, il famoso network globale di società di servizi professionali, che sottolinea anche come la fine di quest'anno farà registrare il record di 500 autorizzazioni di apertura di nuove imprese. Anche le ZES tradizionalmente considerate più deboli sono valutate positivamente dagli investitori e il livello complessivo degli investimenti è aumentato dai 20 miliardi di zloty del 2004 ai già citati circa 100 miliardi di zloty del 2014. Per il prossimo anno è previsto un ulteriore aumento degli investimenti del 7,5% e nessuna riduzione dei livelli occupazionali.

Fonte: Forsal.pl