twarze biznesu



 

Il quotidiano “Dziennik Gazeta Prawna”, riportando quanto scritto su “Puls Biznesu”, informa che , secondo il Global Wealth Report, stilato su commissione della banca Credit Suisse, il paese con la crescita più rapida di milionari non sarà né la sempre più ricca Cina, né la Russia, con i suoi vasti giacimenti di gas, bensì la Polonia. Il rapporto stima che, nei prossimi cinque anni, il numero di polacchi il cui patrimonio si aggira intorno al milione di dollari crescerà di 40 mila, pari all’89%. Attualmente, in Polonia, fanno parte di questo gruppo di privilegiati circa 45 mila persone. Tra i Paesi presi in considerazione dagli analisti, la Polonia sarà quello con la crescita maggiore, tale da consentirle di raggiungere il Cile, che ad oggi conta 9 mila milionari in più.

Fonte: Polonia Oggi, 10 ottobre 2013

newsweekpolska

 

Il concorso “Il mondo che ti piace”, organizzato dalla Commissione Europea, ha premiato le case costruite dalla società "Dworek Polski”. Tra i progetti proposti dai 269 concorrenti provenienti da ogni parte dell’Unione Europea, quello dell’ Azienda polacca è stato selezionato come il migliore grazie in particolare alle soluzioni innovative studiate per ridurre il consumo energetico. La giuria ha apprezzato anche la sostenibilità del costo di queste case e il loro stile architettonico, in grado di armonizzarsi con ambienti anche molto diversi tra loro. Un particolare gradimento è stato espresso da Connie Hedegaard, Commissario Europeo per l’Azione per il Clima.

Fonte: Polonia Oggi, 3 ottobre 2013

pb  Nella giornata di ieri, durante l’inaugurazione della 17^ edizione della “Fiera Marittima Internazionale Baltexpo” di Danzica, il ministro dei trasporti Sławomir Nowak ha reso noto che negli anni 2014-2020 nei porti polacchi si realizzeranno investimenti per un valore complessivo di oltre 10 miliardi di zloty (2,34 miliardi di euro). Nowak ha detto che negli anni 2007-2013 nei tre più importanti porti polacchi, quelli di Danzica, Gdynia e Świnoujście-Szczecin, anche grazie ai fondi stanziati dall’Ue, sono stati eseguiti investimenti per un valore totale di quasi 4 miliardi di zloty (937 milioni di euro). I progetti per gli investimenti dei prossimi anni sono già in larga parte pronti e a disposizione del Ministero dei Trasporti. Tra le priorità, come sottolineato da Nowak, vi è quella di dragare la rotta di navigazione al porto Świnoujście-Szczecin. Secondo il ministro, gli investimenti finora realizzati nei porti polacchi dimostrano che l’economia marittima polacca si sviluppa in maniera molto dinamica e diventa competitiva all’interno del Mar Baltico. La sottosegretario di Stato presso il Ministero dell’Economia, Ilona Antoniszyn-Klik, durante l’inaugurazione delle Baltexpo, ha fatto notare che una parte dei futuri fondi europei andrebbe destinata anche alle innovazioni nel settore.

Fonte: Polonia Oggi, 4 settembre 2013

ekonomia24y

 

Le esportazioni di prodotti agricoli-alimentari dalla Polonia nel primo semestre del 2013 sono cresciute del 13,8%, quasi 9,3 mld euro. Il saldo ha raggiunto 2,3 mld euro ed è maggiore del 56% rispetto l’anno precedente. Il valore delle esportazioni verso l’UE, che costituisce il 77% della vendita dei prodotti sopracitati, è cresciuto del 15,3%. Come ogni anno, la Germania è stata leader negli acquisti, con un aumento del 20,5%. I tedeschi hanno importato dalla Polonia soprattutto pesce affumicato, succhi di frutta e pollame. In rapporto allo scorso anno, l’aumento maggiore è stato riportato nel commercio con la Cina – con una crescita di oltre il 400% - in cui l’ha fatta da padrone la vendita di maiale. Per quanto riguarda l’export verso l’Arabia Saudita, si è registrato un aumento delle esportazioni pari al 23%, grazie soprattutto alla vendita di grano. Significativo il calo delle esportazioni verso la Turchia, pari a circa il -61%, dovuto soprattutto ai cambiamenti delle condizioni doganali per l’importazione di carne bovina messe in atto dal governo turco.

Fonte: Polonia Oggi, 3 settembre 2013

Wyborcza  Venerdì scorso il quotidiano “Puls Biznesu” ha dato la notizia dell’apertura di 24 nuovi centri commerciali in Polonia, prevista per i mesi di settembre, ottobre e novembre. Proprio l’autunno è considerata la stagione migliore per la promozione dei nuovi centri commerciali, in quanto vengono proposte le nuove collezioni di abbigliamento e, dopo poco, iniziano le spese natalizie. Secondo quanto stimato dall’agenzia CBRE, sino alla fine dell’anno corrente verranno aperti centri commerciali per una superficie totale di 440 mila metri quadri. Tra i nuovi centri commerciali vi saranno la Galeria Katowicka (Katowice), il Centrum Trzy Korony (Nowy Sącz), il Poznań City Center o la galeria Plac Unii (Varsavia). “Non si dovrebbe aprire un centro commerciale, se non è affittato almeno l’80 o il 90% della sua superficie. Tuttavia oggi è un compito un più complicato rispetto a qualche anno fa” dice Joanna Mroczek dell’agenzia CBRE, aggiungendo che le maggiori difficoltà si riscontrano soprattutto nelle grandi città. 

Fonte: Polonia Oggi, 2 settembre 2013